metropolitana-attesa-in-sicurezza

Mezzi di trasporto più sicuri: presente e futuro della metropolitana

Il tema del controllo accessi alla metropolitana è diventato, negli ultimi anni, un argomento centrale nell’organizzazione e nell’assetto delle città, nonché un’esigenza fondamentale per la sicurezza dei passeggeri e un valido metodo di risparmio per le amministrazioni.

Le metropoli italiane, spesso sprovviste di una rete urbana efficiente a causa di assetti civici con origini da ricercare molto indietro nel tempo e quindi non concepite per i grandi flussi di persone, si sono evolute lentamente e con non poche difficoltà. Ad oggi però abbiamo una buona rete metropolitana nelle più importanti città del nostro paese ed in continua evoluzione a causa del flusso crescente di viaggiatori. Saima, consapevole dell’importanza che ha il corretto funzionamento di un sistema di trasporto di massa, sviluppa soluzioni specifiche in grado di migliorare la sicurezza di questi luoghi con i suoi sistemi per il controllo dei varchi di accesso.

Varchi motorizzati per la sicurezza in metro

Come già accennato, le linee metropolitane, di superficie o sotterranee, in Italia, sono localizzate in alcune tra le città più grandi e popolose. Anche se per pochi chilometri, le metropolitane sono una vera salvezza per la mobilità e per la viabilità cittadina. Nei pressi delle stazioni nevralgiche sono nati anche i cosiddetti “parcheggi di scambio”, cioè luoghi dove lasciare l’auto e cambiare mezzo di locomozione. Il fatto che la mobilità via metropolitana sia molto utilizzata e apprezzata da cittadini residenti e visitatori, è testimoniata anche dal fatto che si rendono necessarie continue azioni di ampliamento e interventi per garantire una sicurezza costante.

L’intervento dei varchi motorizzati è stato un passo importante verso una maggior sicurezza delle stazioni metropolitane, non solo perché canalizza i flussi di persone nelle ore di punta ma soprattutto perché permette un controllo accessi e quindi ostacola l’ingresso a chi non è munito di biglietto valido per usufruire del servizio metro.
Un esempio che possiamo fare è quello della civilissima Berlino che si trova a dover pensare di mettere i tornelli per il controllo accessi a causa delle ingenti perdite di denaro.
La CDU (Unione Cristiano-Democratica di Germania) di Berlino avrebbe proposto l’installazione dei tornelli all’interno del nuovo piano sui trasporti. Un’idea ispirata ad altre grandi città europee come Parigi, Londra e la nostra Milano, dove l’ingresso alle stazioni è già regolato da tornelli. L’assenza di controlli all’ingresso della stazione ha dato vita al diffuso fenomeno degli Schwarzfahrer, i viaggiatori senza biglietto. L’installazione dei tornelli preverrebbe perdite di circa 20 milioni di euro e cifre ancora superiori per la S-Bahn.

Sicurezza nelle metropolitane italiane: il nostro contributo

Uno dei punti di forza di Saima è la produzione di soluzioni verticali per il mercato del trasporto pubblico, atta a soddisfare le esigenze di ogni singolo cliente attraverso la customizzazione: la possibilità di modificare le caratteristiche di ciò che ordina e curare ogni aspetto del prodotto con l’azienda.

Metro Milano, Roma e Catania sono state tra le più grandi realizzazioni fatte all’interno del confine nazionale dove Saima oltre alla fornitura dei prodotti ha installato gli stessi grazie ai propri centri tecnici presenti in tutta Italia.
Ogni modifica apportata al prodotto, nata da una particolare esigenza, è stata oggetto di confronto tra i nostri reparti di progettazione e cantieri ed i referenti del cliente.
Un esempio di customizzazione è stata la differente realizzazione delle soluzioni prodotte per la metropolitana di Catania, Milano e Roma dove le obliteratrici avevano differenti necessità legate alla propria ubicazione.
Il cliente è coinvolto in prima linea, in ogni decisione e ciò significa l’ottenimento di un prodotto totalmente cucito addosso.
Saima non solo ha collaborato per l’ottimizzazione di ambienti metropolitani di città quali Milano, Roma e Catania ma è intervenuta anche a Bari e Napoli collaborando con le Ferrovie Appulo Lucane e le Grandi Stazioni Rail Spa.

Termo Scanner: uno sguardo al futuro

Purtroppo, la situazione pandemica attuale ci ha portato ad introdurre molti cambiamenti nel nostro quotidiano e di conseguenza anche nel del trasporto pubblico. La tutela della salute è ormai una priorità. Non esiste realtà, pubblica o privata, che possa ignorare questo aspetto. La rilevazione della temperatura corporea è uno dei parametri fondamentali da monitorare a questo scopo. Saima, sempre attenta alle esigenze del mercato, ha progettato una soluzione specifica che prevede l’utilizzo dei Thermal scanner all’interno dei propri varchi di accesso tutelando così sia il viaggiatore che gli operatori e gli addetti del settore che non vengono sottoposti a rischi inutili. Tali soluzioni al giorno d’oggi sono diventate imprescindibili e lo saranno per molto tempo ancora, Saima si mette in prima linea per la sicurezza e la tutela sanitaria del consumatore.