sicurezza-aeroportuale

Sicurezza aeroportuale: dalla progettazione alla realizzazione

La sicurezza nelle aree aeroportuali non solo è fondamentale per il personale di terra o di bordo ma anche, e soprattutto, per l’innumerevole quantità di clienti che gravitano negli spazi e nelle aree nevralgiche dell’aeroporto.
Le aree da mettere in sicurezza sono innumerevoli e le forze dispiegate perché queste aree siano sicure sono incalcolabili. Saima si propone come partner affidabile per ogni livello di sicurezza aeroportuale grazie allo sviluppo di tecnologie all’avanguardia ma anche ad anni di esperienza in questo settore tanto singolare quanto fondamentale.

I controlli in aeroporto

A oggi la sicurezza aeroportuale è sicuramente un concetto in evoluzione, soprattutto a causa delle ultime vicende sanitarie. Alcuni passaggi però, anche in situazioni normali, necessitano di controlli stringenti e coordinazione per il rispetto delle regole. Fondamentale quindi l’adozione di prodotti pensati e studiati per la tutela del passeggero.

Partendo dall’ingresso principale di un aeroporto, zona spesso collegata con il comparto check-in, si ricorda quanto è importante che un’aria così affollata sia tutelata da un ingresso sicuro e controllato. Saima propone la Glass Roll Rev 2000, un’unione di cristallo e acciaio che conferiscono a questa porta girevole un’eleganza unica nel suo genere unita ai massimi standard di sicurezza delle porte interbloccate.

Altrettanto importante è il controllo dei flussi unidirezionali dei passeggeri, come ad esempio le aree di accesso alle zone franche. Per questo tipo di circolazione Saima ha dato i natali ad Exit Lane Corridor, ovvero un corridoio studiato specificatamente per i flussi di persone in una sola direzione consentendo l’attraversamento ad un elevato numero di persone con oggetti personali al seguito. Exit Lane Corridor è modulabile e adattabile a qualsiasi ambiente e spazio, inoltre i suoi sensori permettono di rilevare oggetti indesiderati all’interno dell’area.

Uno degli alleati principali della sicurezza aeroportuale è lo Swing Gate 376 di Saima, un sistema di controllo accessi composto da due o più corpi macchina dotati di ante battenti. Grazie al lettore di cui è munito è in grado di leggere carte d’imbarco cartacee o digitali. La sua funzionalità e praticità non fanno venir meno un’estetica elegante e di buon gusto.

Fratelli dello Swing Gate 376 sono Swing Gate 285 e lo Swing Gate 330, più essenziali e leggeri del precedente, con un design pulito e dalle linee affusolate. L’affidabilità, nei prodotti Saima, è sempre al primo posto e la possibilità di realizzarli anche in versione maggiorata (per rispondere alle esigenze della persona disabile) li rendono prodotti adatti a ogni esigenza oltre che leader nel settore.

Il controllo dei documenti in aeroporto

Uno dei momenti centrali nei controlli di sicurezza aeroportuali è senza dubbio il controllo passaporti. Ogni aeroporto necessità di una tecnologia innovativa, sempre più diffusa soprattutto nei principali hub internazionali, che consenta di effettuare in modo totalmente automatizzato le procedure di controllo del passaporto dei passeggeri. ABC Gate è l’interblocco di Saima che garantisce i massimi livelli di sicurezza nei controlli, oltre a diminuire le tempistiche di attesa dei passeggeri, con un vantaggio sulla qualità complessiva dell’esperienza di viaggio. ABC Gate insieme al fratello V2 sono sistemi per il controllo dei passaporti e dei dati biometrici, sia dell’impronta che del volto. È inoltre dotato di semafori per il corretto instradamento dei passeggeri e di indicatori visivi.

Controlli di sicurezza all’aeroporto JFK: la nostra esperienza

Una delle esperienze che ha portato Saima più lontano è stata l’installazione di due nostri prodotti presso l’aeroporto JFK di New York.
Gli articoli sono stati progettati e programmati per soddisfare i protocolli di massima sicurezza di cui dispone l’aeroporto, per migliorare la performance ed elevarne gli standard.
L’Exit Lane Corridor, montato al JFK, è stato configurato e adattato al luogo di installazione per la massima fruizione delle sue potenzialità. Il gran numero di sensori permette di rilevare oggetti abbandonati all’interno dell’area ma anche, e soprattutto, il controflusso di persone, bloccando le porte e permettendo così agli addetti della sicurezza aeroportuale di intervenire.

A fianco della tripla installazione dell’Exit Lane Corridor è stata montato il modello GateBox EL, progettato ad hoc per il tipo di servizio richiesto.
Questa installazione è dedicata totalmente al passaggio del personale, caratterizzata da una tecnologia a microonde, brevettata da Saima, che permette di leggere i volumi e quindi di adempiere ai protocolli di sicurezza più rigidi.